Contignano

1000pxL-137088

Le origini di Contignano sono antichissime e sicuramente antecedenti alla costruzione dell’abbazia di San Salvatore sul Monte Amiata (979).Alcuni studiosi ritengono che una villa romana, risalente al II-III secolo, sia stata il primo insediamento. Questa villa era posta un po’ più in basso rispetto a dove sarebbe sorto il castello di cui ancora oggi esistono il cassero, le porte e la cinta muraria. Tra i primi atti documentati nella storia di Contignano c’e la vendita da parte del Conte Ildebrando degli Aldobrandeschi dei terreni di Contignano a Foscolo di Pietro, un signore appartenente alla piccola nobiltà locale, in data 29 settembre 1028. Successivamente il figlio di Foscolo e sua moglie Maiza donarono all’abbazia di San Salvatore le loro proprietà tra cui quella di Contignano che rimase al monastero per quasi tre secoli.

Ma agli inizi del 1300 la proprietà risulta controversa in quanto i Signori di Farnese, non si come e quando, sono diventati gli effettivi proprietari di Contignano. Nel 1339 si parla per la prima volta del castello di Contignano in un documento in cui Pietro del fu Ranuccio di Farnese conferisce l’incarico a due ambasciatori di sottoporre il castello, la sua corte e distretto al Comune di Siena. I Farnese rimasero signori di Contignano fino al 6 Agosto 1390 quando lo vendettero a Cione di Sandro Salimbeni, ricchissimo e potente cittadino senese.

Il figlio Cocco in aperta ostilità con il Comune di Siena fu costretto a sottomettere ai Senesi i suoi numerosi castelli e terre, tra cui Contignano, firmando la pace nel 1404. Cocco riprese a combattere contro i Senesi ma nel 1409 la popolazione di Contignano si ribellò ai Salimbeni e il 7 dicembre dello stesso anno inviò a Siena tre ambasciatori per offrire la loro sottomissione e giurare fedeltà.
Da quel momento Contignano diviene libero Comune del territorio della Repubblica senese finchè il Granduca Pietro Leopoldo Asburgo-Lorena in data 1° Gennaio 1778 lo sopprimerà insieme a molti altri comunelli dello Stato fiorentino. La proprietà terriera appartenuta a Cocco fu venduta nel 1501 ad Antonio Giordani da Venafro, personaggio di risalto nella Siena del Cinquecento, e successivamente alla famiglia senese Bianchi – Bandinelli. Il 29 Aprile 1876 parte della tenuta, l’intero cassero ed una porzione delle mura castellane furono acquistate per ottantamila lire dai coniugi Antonio e Rosa Muziarelli, antenati degli attuali proprietari.

Il Podere La Montalla fa ancora parte della originaria Tenuta di Contignano. Il fabbricato rurale fu costruito sicuramente prima del 1504 data in cui viene citato in una edizione dello Statuto del Comune di Contignano, mentre il Podere San Antonio è di epoca più recente essendo stato realizzato da Placido Muziarelli, nipote di Antonio, nel 1929.

elb88028

Comments are closed.

  • About Us

    The MONTALLA property is located in the heart of the magnificent Orcia Valley, recently declared by UNESCO a “Patrimony of Humanity”, and enjoys a spectacular view of the valley. The farming operation specializes in the cultivation of grass, grapes and olives.
  • Testimonials

    Posto bellissimo immerso nel verde, facile da trovare e, per noi che siamo motociclisti, circondato da strade stupende. Personale molto disponibile e sempre attento alle richieste ed esigenze dei loro ospiti. Colazione FANTASTICA, è stato un week-end da ripetere quanto prima. Grazie
    Gianluca
    Roma
  • Contacts

    Phone +39 0578 52707
    Fax +39 0578 809040
    Mobile/ WhatsApp / Viber: +39 336700145
    Skype: giuseppe.giordano.muziarelli
    Email: montalla@bccmp.com
    Cookie policy

  • Social

Az.Agr.La Montalla di Giuseppe Giordano Muziarelli - Piazza della Torre 1 53040 Contignano SI
Tel +39 0578 52707 - Fax+39 0578 809040 - Mobile: +39 336700145 - E-mail: montalla@bccmp.com - P.IVA 00299220525